rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità / Casarsa della Delizia

Pista ciclabile Casarsa - Pinzano: il Tar blocca il progetto

Il Tribunale ha rinviato il giudizio a ottobre dopo che la Soprintendenza ha rilevato il valore storico della tratta ferroviaria

Il progetto della pista ciclabile Casarsa - Pinzano si trova al momento su un binario morto. Il Tribunale amministrativo ha infatti deciso di rinviare a ottobre la decisione sulle sorti dell’ex tratta ferroviaria Casarsa - Pinzano al Tagliamento dopo che la Soprintendenza ha diposto un vincolo sull’intera aerea giudicata di interesse storico. La decisione ha spinto la Regione a fare ricorso al Tar dove era prevista l’udienza lo scorso 10 maggio. La sentenza è slittata di alcuni mesi. Un attesa che potrebbe portare a un aumento dei costi costringendo la Regione a dover divedere il piano d’investimenti di 13 milioni e 800 mila euro. «C’è chi gioirà a questa notizia», afferma amareggiato il consigliere regionale di Fratelli D’Italia Maurmair Markus. «Avere individuato e, soprattutto, finanziato un’opera che riqualifica e dona un potenziale sviluppo a un intero territorio in chiave turistica, con la realizzazione di una ciclovia di 27 chilometri, oggi non basta».

La proposta

L’esponente di maggioranza non ci sta e rilancia la proposta di regionalizzazione delle sovrintendenze ora in mano ai funzionari statali. Nottante i 13 milioni di euro pronti a essere utilizzati per il territorio, «C’è sempre un autorevole autorità, un tecnico, che può fermare tutto e mandare in mano agli avvocati il futuro di un intervento che è atteso e auspicato dalla stragrande maggioranza delle persone».

Il comitato

Non tutti infatti pensano che la riqualificazione sia la soluzione più adatta. Il Comitato a favore del ripristino della ferrovia è invece convinto che il trasposto su rotaia sia un valore aggiunto per la Destra Tagliamento con effetti positivi sulla comunità e le zone industriali di San Vito al Tagliamento e Spilimbergo. L’obiettivo è di potenziare l’infrastruttura non solo per il trasporto pubblico locale collegando la tratta fino alla stazione di Pordenone, ma anche per quello di merci e container dopo l’apertura della Pedemontana veneta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclabile Casarsa - Pinzano: il Tar blocca il progetto

PordenoneToday è in caricamento