rotate-mobile
Stagione invernale / Aviano

Promoturismo: stop allo sci notturno in Friuli

Soddisfatta Legambiente che propone anche la chiusura delle piste da sci di fondo a Piancavallo durante l'orario serale

Nei giorni scorsi stato presentato il programma della stagione invernale 2022/2023 in Friuli Venezia Giulia. Gli impianti sciistici entreranno in funzione a partire dall’8 dicembre (compresa Piancavallo), ma per far fronte al caro energia che sta purtroppo toccando cittadini e imprese, Promoturismo ha deciso che per quest’anno lo sci notturno non sarà consentito. Quindi, niente illuminazione dopo il tramonto. Una scelta che non farà contenti gli amanti dello sport in orario serale, ma che ha ricevuto il plauso da Sandro Cargnelutti, presidente regionale di Legambiente. 

A Piancavallo si scia dall'8 dicembre: ecco i prezzi degli skipass
 

«Nel mese di settembre - afferma Cargnelutti in una nota - avevamo proposto alla Regione di risparmiare energia non consentendo lo sci notturno, vero e proprio spreco energetico; evidentemente siamo stati ascoltati, e ciò significa che le proposte ragionevoli trovano spazio anche in regione, ma può fare di più; si possono tenere spente anche le piste da sci di fondo illuminate. Ce ne sono tre in regione: a Piancavallo, Forni Avoltri e Forni di Sopra. Si spengano anche quelle. Questi sono segnali importanti che in un momento di sacrifici per tutti, l’Amministrazione Regionale deve mandare.

Inoltre la regione consideri i costi dell’energia per l’innevamento artificiale che è triplicato e la crisi climatica che morde sempre più e richiederà sempre più innevamento artificiale, fintanto che le temperature lo permetteranno, con significativi costi crescenti per la comunità regionale».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Promoturismo: stop allo sci notturno in Friuli

PordenoneToday è in caricamento