rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Sanità

A Pordenone mancano all'appello 33 medici di base

Il numero cresce considerando l’intera regione friulana con 115 medici che non garantiscono l’assistenza a più di 170 mila persone

Nella provincia di Pordenone mancano al momento 33 medici di base. Un dato significativo che purtroppo non si arresta considerando l’intero territorio regionale come riporta il Messaggero Veneto. Se si guarda infatti il numero complessivo sono 115 i dottori che non stanno prestando assistenza ad almeno 172.500 persone. Una cifra che, va detto, è in difetto rispetto alle prestazioni di alcuni professionisti che coprono anche 1800 pazienti rispetto ai 1500 consentiti. Ma con la carenza di personale non si deve fare altro che rimboccarsi le maniche e offrire il servizio nel miglior modo possibile a chiunque ne abbia bisogno. Soprattutto nelle aree dove la situazione si fa ancora più critica. 

Ci sono vari fattori che hanno inciso su questa tendenza. La prima è il disequilibrio che si è venuto a creare tra l’accesso programmato alle scuole di specializzazione e il reale fabbisogno del mercato del lavoro. I numeri dei giovani medici si sono sempre più ridotti, ma non bisogna dimenticarsi anche del dato delle uscite, con 386 pensionamenti (di cui 91 dall’Asfo) che sono previsti entro il 2031.

La Regione da questo punto di vista si è mobilitata per far fronte alla carenza di medici di base in Friuli Venezia Giulia. Una delle mosse adottate è stata di consentire gli studenti iscritti al primo anno di specializzazione di esercitare la professione anche se con un numero limitato di assistiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pordenone mancano all'appello 33 medici di base

PordenoneToday è in caricamento