Inclusione / Pordenone Nord / Via Roggiuzzole

La Fondazione bambini e autismo ha un nuovo alleato: il ministro Locatelli

Il vicepresidente della Regione Riccardi: «La Onlus racconta di un impegno silenzioso e costante, a favore delle persone con disturbi dello spettro autistico»

Si è tenuta l’11 febbraio la visita del ministro per la disabilità Alessandra Locatelli in uno dei centri della Fondazione Bambini e Autismo. Una realtà attiva dal 1998 con l’obiettivo di fornire un supporto concreto alle persone con disturbi dello spettro autistico. È stato infatti merito di due genitori se quel vuoto a livello assistenziale è stato in qualche modo colmato grazie a iniziative che hanno visto anche la partecipazione delle istituzioni locali e nazionali. La presenza del Governo in questo caso è un segnale di straordinaria importanza. Una vicinanza che non deve essere solo sulla carta, ma che deve portare a delle azioni a sostegno delle famiglie. 

Valentino, a piedi da San Vito a Strasburgo per i diritti dei ragazzi autistici
 

Il ministro ha vissuto da vicino le attività di Villa le Rogge, la residenza che Fondazione costruì 12 anni fa in un terreno messo a disposizione dal Comune. Dopodiché ha osservato di persona i lavori che porteranno alla realizzazione dell’Unità di Urgenza e Prevenzione per l’Autismo, una struttura d’avanguardia per bambini e adulti. Ad accompagnare l’esponente del Governo e il sottosegretario di all'economia e delle finanze, Sandra Savino c’era anche il vicepresidente della Regione Riccardi che ha speso parole di apprezzamento verso il lavoro svolto dai membri dell’associazione.

«Senza la sussidiarietà e senza quel sistema composto da affetti e famiglie che conoscono e vivono le dinamiche della disabilità non avremmo sfondato il muro del silenzio, raggiungendo traguardi importanti che ci vengono riconosciuti a livello nazionale. La Onlus - continua - racconta di un impegno importante, silenzioso e costante, a favore delle persone con disabilità. Quella della Fondazione è una straordinaria testimonianza di quanto si può fare insieme, unendo le forze, lavorando in piena sinergia. Per questo la Regione continuerà a sostenere con forza il suo operato, in un'alleanza virtuosa a favore di tutta la comunità del Friuli Venezia Giulia, perché il benessere del singolo diventa benessere di tutta la popolazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione bambini e autismo ha un nuovo alleato: il ministro Locatelli
PordenoneToday è in caricamento